Volkswagen costretta a 500 000 richiami per inosservanza delle norme anti-inquinamento

Le autorità statunitensi hanno costretto venerdì Volkswagen a richiamare circa 500 000 veicoli, accusando la casa automobilistica tedesca di violare deliberatamente le normative anti-inquinamento.

Volkswagen, secondo quanti riferito, ha dotato 482 000 delle sue vetture diesel vendute negli Stati Uniti di una tecnologia per eludere le norme sulle emissioni, dice l’US Environmental Agency (EPA) in un comunicato stampa.

Secondo l’Agenzia, questi veicoli, che comprendono anche modelli di Audi, avevano un software che attiva un dispositivo per ridurre le emissioni di C02 solo nel punto dove i test di inquinamento sono svolti.

Tuttavia, questo meccanismo si disattiva automaticamente quando il veicolo viaggia normalmente, inquinando più di quanto il  gruppo Volkswagen ufficialmente dichiarava.

“Utilizzare un dispositivo per sfuggire le regole volte a garantire aria pulita è illegale e costituisce una minaccia per la salute pubblica”, ha detto Cynthia Giles, uno dei funzionari dell’EPA, citato nel comunicato stampa.

Vendute dal 2008 negli Stati Uniti, le vetture che causano problemi, tra cui Golf, Audi A3, Passat e altri modelli, saranno richiamate dal fabbricante sistemare il sistema di emissioni.

L’Agenzia aggiunge anche che il gruppo Volkswagen potrebbe anche dover pagare sanzioni.

Motori